homepage
Indagini, il giudice è signore
Antonio Ciccia Messina - Italia Oggi - pag. 29
Spetta esclusivamente ai magistrati inquirenti stabilire se, come e quando i responsabili della polizia giudiziaria possano riferire notizie sulle indagini ai loro superiori gerarchici. A stabilirlo la Corte costituzionale con la sentenza n. 229 depositata ieri che ha annullato l’articolo 18, comma 5, del Decreto legislativo 177/2016. Secondo la sentenza gli obblighi di informazione nei confronti dei superiori gerarchici finiscono per concentrare presso soggetti posti ai vertici delle forze di polizia una notevole quantità di dati e informazioni di significato investigativo, del tutto sproporzionati rispetto alla necessità di coordinamento e di organizzazione. Che se ne fanno i vertici delle polizie di tutti i dati sulle notizie di reato? C’è il pericolo – dice la Consulta – di interferenze nella diretta conduzione delle indagini da parte dell’autorità giudiziaria, in lesione dell’art. 109 della Costituzione.
Dottrina per il Lavoro Cassa Nazionale di Previdenza e Assistenza dei Dottori Commercialisti Cassa Nazionale di Previdenza ed Assistenza a favore dei Ragionieri e Periti Commerciali Registro Revisori Legali Directio Il network degli Ordini dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili Associazione Formazione Professionistib Fondazione Nazionale dei Commercialisti Consiglio Nazionale dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili
Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili di Ascoli Piceno C.F.: 92045280440 P.I.:02092700448
CODICE UNIVOCO FATTURAZIONE ELETTORINCA:UF2JBZ

visitatore n° 733017
C.F.: 92045280440

CORSO MAZZINI 151, - 63100 - ASCOLI PICENO

telefono: 0736261994 - 0736257323 fax: 0736261994 - 0736257323

email: segreteria@odcecascolipiceno.it

PEC: ordine.ascolipiceno@pec.commercialisti.it


URP

Privacy

Note legali


site by metaping

admin   formaz