Coronavirus, i diritti dei clienti degli hotel. Le associazioni: “Venite incontro agli albergatori”

Le prenotazioni entro il 3 aprile devono essere rimborsate. Non quelle successive a questa data, almeno per ora. Molti esercenti preferiscono offrire un voucher e salvare il pernottamento. Una boccata di ossigeno per un settore in ginocchio