Manifesto dell’Ordine di Ascoli Piceno alla Comunità

Agosto è stato un mese “caldo”, molto caldo per la nostra inascoltata categoria.
Settembre si preannuncia denso di preoccupazioni oltre che di inusitati carichi di lavoro e adempimenti.
Le associazioni sindacali della nostra categoria hanno unitariamente (finalmente, mi permetto aggiungere, finalmente con la stessa voce!) preannunciato azioni di protesta affiancando le innumerevoli critiche del nostro Consiglio Nazionale che, come noto, non può indire alcuno sciopero.
Le ragioni della nostra sacrosanta protesta sono note ed evidenti a noi, ma non alla comunità.
Spesso, anzi, quasi sempre, colti dalla nostra generosità e super attivismo, ci sostituiamo ai clienti anche per rappresentare a loro nome l’assoluto disagio per un’asfissiante burocrazia, una torrenziale incomprensibile normativa e relativi compiti.
Lo scopo dell’allegato manifesto – MANIFESTO DELL’ORDINE DI ASCOLI ALLA COMUNITA’ – che vi invito a divulgare personalizzandolo con il vostro nome, ha lo scopo di rendere noto a tutti che le iniziative di protesta riguardano loro, i clienti, non noi!

Costruiamo insieme la nostra identità sociale, ritroviamo il nostro senso di appartenenza ad una categoria che deve essere un riferimento per il progresso civile ed economico della nazione.

Il Presidente, uno di noi

Carlo CantalamessaManifesto dell’Ordine di Ascoli Piceno alla comunità